italia

Import costante di segati di conifera

Un articolo di Philipp Matzku (tradotto da Eva Guzely) | 07.08.2019 - 09:25

Come primo paese fornitore l’Austria si è avvicinata al livello dell’anno scorso. Tuttavia, con un volume di 850.000 m³ ha esportato ancora 133.500 (-1,5%) in meno rispetto ai primi cinque mesi del 2018.

In contrazione anche l’import dalla Germania (-4% a 191.000 m³) e dall’Ucraina (-6% a 94.000 m³). Andamento positivo, invece, per le forniture provenienti dalla Repubblica Ceca: Con quasi 86.000 m³ sono cresciute del 22% rispetto al periodo gennaio-maggio 2018. Nei confronti del primo trimestre 2019 risultano però in calo dell’1%. È quanto emerge dai dati di Eurostat.

Italia Import di segati di conifera incl. piallati gennaio – maggio 2019

Paese 2019 2018 Diff. in %
Austria 848.546 861.896 -1,5
Germania 190.557 199.403 -4,4
Ucraina 93.990 100.443 -6,4
Repubblica Ceca 85.704 70.316 21,9
Finlandia 68.019 67.547 0,7
Polonia 58.426 55.022 6,2
Slovacchia 57.374 61.525 -6,7
Slovenia 45.927 31.893 44
Russia 42.402 35.818 18,4
Svizzera 38.085 37.509 1,5
Restanti 148.467 148.828 -0,2
Totale 1.677.497 1.670.200 0,4