24HK_prezzo USA 2018.jpg

© Holzkurier.com

usa

Montagne russe del prezzo nel 2018

Un articolo di Gerd Ebner (tradotto da Eva Guzely) | 02.01.2019 - 10:13

Poco tempo fa, alcune grandi aziende canadesi del legno hanno ridotto notevolmente la loro produzione, e ormai si sentono gli effetti: C’è un consolidamento dei prezzi.

Nei primi dieci mesi del 2018 l’industria tedesca delle segherie ha esportato 830.000 m³ (+60%) verso gli Stati Uniti, facendo del paese il primo mercato di sbocco per la Germania.

L’industria svedese delle segherie ha esportato 280.000 m³ verso gli USA nei primi tre trimestri e quindi un volume stabile al livello del 2017. Aumento a tre cifre, sebbene a un livello decisamente più basso, per l’export austriaco che è volato a 138.000 m³ (+400%).

La Finlandia, infine, ha fornito circa 140.000 m³ nel periodo gennaio-settembre 2018 com’era il caso anche negli scorsi cinque anni. Entrambi i paesi scandinavi sono fornitori tradizionali degli Stati Uniti ed esportano volumi stabili anche in anni piuttosto deboli dal punto di vista delle vendite.