map.jpg

Fonte: Google Maps

© Google Maps
labe wood

La nuova segheria di 1 mln. m³

Un articolo di Gerd Ebner (tradotto da Eva Guzely) | 17.12.2018 - 10:03

È in fase di costruzione una segheria che, dal punto di vista tecnologico, si orienta a quello che Holzindustrie Maresch pratica a Retz. La linea di cippatura e profilatura è fornita da Linck di Oberkirch/DE, lo smistamento del legno e la meccanizzazione da Maschinenfabrik Springer di Friesach/AT. Tutti gli ordini di questi fornitori principali sono firmati e gli impianti saranno forniti l’anno prossimo.

A seconda del progresso dei lavori di costruzione si spera di poter avviare la produzione nel 2020. Il breve comunicato da parte della società per azioni Mondi: “La produzione commerciale è attesa per la seconda metà del 2020.”

L’acquisto del tondame si svolgerà tramite Wood-Paper. L’approvvigionamento si concentrerà sulla Repubblica Ceca.

Tutti gli scarti di segheria saranno usati da Mondi, mentre i segati saranno commerciati da Labe Wood, in collaborazione con Holzindustrie Maresch.

Sul sito di Mondi Štětí Labe Wood investirà 100 mln. € (2.577 mrd. CZK). Secondo i media cechi Lab Wood può coprire fino al 18,9% dei costi, ovvero 19 mln. € al massimo, con un incentivo agli investimenti. A pieno regime Labe Wood è previsto di generare un fatturato annuo di 150 a 200 mln. €. L’azienda darà lavoro a circa 160 persone.

Herbert Schlögl, proprietario di Holzindustrie Maresch, è il Presidente del consiglio di amministrazione di Labe Wood. Dr. Veit Sorger, DI Christian Skilich, Dr. Ernst Burger ed Ernst Schlögl sono membri del consiglio. Con il 37% Eco-Invest di Praga è il principale azionario di Labe Wood, seguita da Holzindustrie Maresch (33%), Mondi Štětí (25%) e Unitimber di Capodistria (5%).

Eco-Invest è proprietà di Milan Filo, una delle persone più ricche della Slovacchia. Secondo i media nazionali, Filo è diventato un miliardario grazie alla partecipazione nella fabbrica più grande di carta e cellulosa del paese, la SCP Ružomberok. La carta continua ad essere la spina dorsale della sua holding.

Lo stabilimento Mondi Štětí

Nel 2017 Mondi ha fatto l’investimento più recente nello stabilimento a Štětí: Da quell’anno si stanno investendo 470 mln. € per modernizzarlo. Le misure includono una caldaia di recupero, la ricostruzione delle linee di trattamento della fibra, la rimozione di colli di bottiglia nella produzione della carta e una macchina per la produzione di carta kraft monolucida con una capacità di 90.000 tonnellate all’anno. L’azienda conferma che l’obiettivo è di soddisfare l’alta domanda di imballaggi e applicazioni flessibili da parte della gastronomia.

La nuova caldaia e le linee di trattamento della fibra sono messe in funzione ora, la macchina per la carta kraft nel primo semestre 2019.

Grazie a queste misure la produzione di cellulosa può essere alzata a 130.000 tonnellate all’anno, riducendo allo stesso tempo i costi di produzione a tonnellata.

Holzindustrie Maresch

La nuova segheria Labe Wood è un progetto che risale almeno al 2012 che è stato promosso in modo fondamentale da Holzindustrie Maresch. Ci è voluto tanto tempo per ottenere il permesso di costruire. Ultimamente l’azienda si è lamentata di una nuova tassa di riconversione.

Holzindustrie Maresch è una delle aziende di segherie principali dell’Europa. Nello stabilimento a Retz si sono tagliati 1,2 mln. m³ di tondame quest’anno, volume che l’azienda vuole alzare a 1,3 mln. m³ l’anno prossimo.

Lo stabilimento a Retz è una delle poche segherie grandi nell’Europa che rinuncia all’essiccazione tecnica del legno e si tratta di una strategia aziendale di successo. Lo riflettono i risultati di Holzindustrie Maresch che sono molto discussi nel settore proprio perché sono così positivi. Per fare alcuni esempi: L’utile di bilancio è salito da 20 mln. € nel 2013 a quasi 29 mln. € ultimamente (+45%; bilancio 2016/17). Nello stesso periodo il fatturato è aumentato da 118 mln. € a 133 mln. € (+13%) e l’EBITDA da 5,9 mln. € a circa 10,8 mln. € (+83%).

La quota di capitale proprio è sempre pari, più o meno, al 90%. Il valore medio del risultato dell’attività ordinaria era pari al 13% tra il 2013 e il 2017.

Dati e fatti Labe Wood

Inizio dei lavori di costruzione: dicembre 2018

Fornitori principali: Linck, Oberkirch/DE, Maschinenfabrik Springer, Friesach/AT

Taglio: 1 mln. m³/anno (a pieno regime)

Essenze: legno di conifere

Impiegati: 160

Investimento: 100 mln. €