Borkenkaeferbefall_shutterstock.jpg

infestazione di scolitidi © shutterstock

austria

Ecco quanto un’azienda forestale perde al momento

Un articolo di Gerd Ebner (tradotto da Eva Guzely) | 27.09.2019 - 09:20

Quando un albero cade a causa di una tempesta e il fusto è ancora connesso con le radici, si ha un po’ di tempo. Quando un albero è infestato di scolitidi, invece, si deve reagire immediatamente. Ciò ostacola la vendita conforme al mercato anche perché è più difficile progettare le quantità. Dal momento in cui ci si accorgono dei danni fino all’esbosco non deve passare troppo tempo per evitare un peggioramento della qualità del legno.

Al momento il mercato è saturato e scarseggiano le capacità di esbosco e trasporto. “A questo si aggiunge un ritiro più severo del legno nelle segherie”, analizza Land&Forst Betriebe. “Il termine di sette giorni per il ritiro della merce, concordato nelle usanze austriache del commercio del legno, spesso non è rispettato. Ciò comporta un peggioramento delle qualità.”

Le tabelle mostrano la vita quotidiana di un’azienda forestale: In generale, tutti i suoi costi sono finanziati con i ricavi senza il costo del raccolto (margine di contribuzione 1 = ricavi dalla vendita del legno detratto il costo del raccolto). Ed è proprio qui che la situazione è peggiorata in modo drammatico. Se in un anno normale una data azienda genera 68.000 € con 1000 m³ raccolti, ora, durante un anno di calamità, sono solo 50.130 €. Le perdite aumentano perché il costo del raccolto di alberi infestati da scolitidi è pari a 26 €/m³ e quindi di 1 €/m³ più alto del solito. In un anno normale i ricavi senza il costo del raccolto ammontano a 43.800 € per un’azienda forestale da 1000 m³. Ora sono scesi a quota 24.130 €, segnando quindi un calo di 19.670 €. L’azienda forestale deve coprire i suoi costi fissi con questi ricavi quasi dimezzati. Finora, si doveva vendere 868 m³ raccolti (= 87% del prelievo). Ora bisognerebbe vendere 1575 m³ raccolti (= 157% del prelievo). Il condizionale va scelto perché in tanti casi non è nemmeno possibile superare il prelievo a causa dei danni. Chi sceglie di farlo, rischia di perdere, a medio termine, la base di sussistenza perché preleva legno dalle proprie riserve.

Insomma, è un trend negativo. O le aziende forestali esauriscono le loro riserve finanziarie o la base della loro attività.

Ricavi/perdite per aziende forestali “normale” vs “calamità” | 2019
Base di calcolo: 1.000 m³ raccolti; Si assume una quantità di legno danneggiato da scolitidi in Austria nel 2019 pari a 4 mln. di m³

Prelievo: 1.000 m³ raccolti

Prelievo: 6 m³ raccolti/ettaro

Superficie esemplare: 167 ettari – Da una quantità di 1.000  m³ raccolti (prelievo) e 6,0 m³ raccolti/ettaro risulta una superficie aziendale di 167 ettari.

Assortimento Ricavi normali* Ricavi scolitidi**
Distribuzione normale Prezzi prima della calamità Assoluto Distribuzione calamità Prezzi dopo la calamità Assoluto
1ab 5 % 55,0 €/m³ 2.750 € 4 % 40,0 €/m³ 1.600 €
ABC 50 % 92,0 €/m³ 46.000 € 31 % 73,0 €/m³ 22.630 €
Alberi morti in piedi Cx 15 % 62,0 €/m³ 9.300 € 30 % 45,0 €/m³ 13.500 €
Legno per uso industriale 25 % 36,0 €/m³ 9.000 € 25 % 36,0 €/m³ 9.000 €
Legno energetico (lungo) 5 % 35,0 €/m³ 1.750 € 10 % 34,0 €/m³ 3.400 €
Totale su 1.000 m³ raccolti 100 % 68,8 €/m³ 68.800€ 100 % 50,1 €/m³ 50.130€
Ricavi senza costo di raccolto (Margine di contribuzione 1)
   Normale*  Calamità** Differenza per 1.000 m³
Ricavi per m³ di legno 68,8 €/m³ 68.800 € 50,1 €/m³ 50.130 € –18,7 €/m³ –18.670 €
Costo del raccolto per m³ 25,0 €/m³ 25.000 € 26,0 €/m³ 26.000 € –1,0 €/m³ –1.000 €
Mdc 1 43,8 €/m³ 43.800 € 24,1 €/m³ 24.130 € –17,7 €/m³ –19.670 €
Copertura dei costi fissi (saldo)
  Prelievo necessario normale in % del prelievo Prelievo necessario calamità in % del prelievo
Vie e strade 137 m³ raccolti 13,7 % 249 m³ raccolti 24,87 %
Cura dei boschi 160 m³ raccolti 16,0 % 290 m³ raccolti 29,01 %
Edifici 91 m³ raccolti 9,1 % 166 m³ raccolti 16,58 %
Amministrazione 388 m³ raccolti 38,8 % 705 m³ raccolti 70,45 %
Caccia 91 m³ raccolti 9,1 % 166 m³ raccolti 16,58 %
Totale costi fissi 868 m³ raccolti 87,0 % 1.575 m³ raccolti 157,00 %