BSP-Detail.jpg
© Holzkurier
mondo

Il mercato dell’x-lam continua a crescere

Un articolo di Günther Jauk (tradotto da Eva Guzely) | 12.11.2018 - 10:29

Con un tasso annuo di crescita di ben oltre il 10%, la produzione dell’industria dell’x-lam continua a crescere notevolmente nell’Europa centrale. Nel 2017 il volume complessivo prodotto nella regione DACH, nella Repubblica Ceca e nell’Italia è aumentato del 15% a 690.000 m³. Quest’anno l’output salirà del 13% a 770.000 m³. Gli incrementi sono soprattutto il risultato di alzamenti della produzione da parte di quasi tutti i produttori principali (vedi tabella). Due i partecipanti nuovi al mercato, Johann Pabst Holzindustrie di Zeltweg/AT e Best Wood Schneider di Eberhardzell/DE, che producono elementi in x-lam larghi 1,25 metri ormai da quest’anno, però non sono ancora presi in considerazione nella classifica.

La crescita dovrebbe avvenire a un tasso ancora più alto nei prossimi anni: Nel 2019 il gruppo Derix di Westerkappeln/DE e Schilliger Holz di Küssnacht/CH metteranno in funzione nuove linee di produzioni. Inoltre, Pfeifer Group entrerà nel mercato con uno stabilimento della capacità di 100.000 m³ a Schlitz/DE e Stora Enso avvierà la produzione nel suo terzo stabilimento nella Scandinavia.

Il gruppo Johann Offner ha annunciato l’inaugurazione di un secondo sito di KLH a Wiesenau vicino a Bad St. Leonhard/AT nel 2020. A pieno regime il gruppo vuole produrre 150.000 m³ di x-lam all’anno. Nel complesso, KLH produrrebbe 270.000 m³ all’anno, così come Binderholz e Stora Enso. Binderholz toccherà questo volume grazie all’ampliamento dello stabilimento a Burgbernheim, mentre Stora Enso lo raggiungerà con un terzo sito a Gruvön/SE. Sommando le capacità future dei “grandi tre”, l’output complessivo supererà gli 800.000 m³ e quindi l’attuale produzione complessiva nell’Europa centrale.

Oltre a questi progetti confermati, ci sono altre aziende austriache e tedesche con progetti concreti per la propria entrata nel mercato dell’x-lam oppure per l’ampliamento delle proprie capacità. Ancora, però, le aziende in questione non hanno confermato nei confronti del pubblico. Per quanto riguarda il tempo dopo questa marea di investimenti, le attese dei costruttori di macchine variano. C’è chi si attende una “pausa per riprendere il fiato”, mentre altri fornitori prevedono altri “scatti di crescita” fino a un “raddoppiamento del mercato fra pochi anni”.

800.000 m³ all’anno: Dal 2021 tre aziende produrranno più x-lam dell’intera industria oggi.

Günther Jauk
32HK_mercato x-lam.jpg

Andamento della produzione europea dell'x-lam dal 2008
© Holzkurier

Potenziale in tutta l’Europa

In forte crescita anche il mercato nordeuropeo: Gli stabilimenti esistenti in Finlandia (CLT Finland), Lettonia (Skonto Cross Timber Systems) e Svezia (Martinsons, Södra) sono di dimensioni piuttosto piccole (fino a 40.000 m³/anno), ma un progetto grande è in fase di installazione a Splitkon nella Norvegia. Segue, nel 2020, l’entrata nel mercato dell’azienda svedese Setra con un sito della capacità annua di produzione di 55.000 m³.

Attualmente Södra opera soltanto un impianto in fase di test con 7.000 m³ all’anno e a turno che dovrebbe essere ampliato di un impianto grande nel prossimo futuro. Da non dimenticare anche lo stabilimento di Stora Enso a Gruvön/SE, già menzionato prima, della capacità annua di 100.000 m³ che inizierà a produrre l’anno prossimo. Per gli esperti del settore ciò è solo l’inizio perché “le grandi aziende del legno conoscono il potenziale e l’x-lam è popolare sul mercato del legno”.

Meno soddisfacente l’esito del progetto di 120.000 m³ all’anno del gruppo britannico di assicurazioni Legal & General. Gli impianti acquistati non sono mai stati messi in funzione. Il gruppo sarebbe in cerca di un compratore, si sente dal settore. In vista degli attuali tempi di consegna dei costruttori di macchine non dovrebbe essere un problema.

Gli esperti del mercato vedono grande potenziale anche nell’Europa orientale, in Russia e Francia dove Piveteaubois ha messo in funzione una grande linea di produzione di x-lam poche settimane fa.

Esigenza di recupero in America

“Potenziale, si – infrastruttura e know-how, no.” Così si potrebbe riassumere le valutazioni di alcuni esperti dell’Europa centrale riguardo al mercato nordamericano. “Se l’Europa è la Champions League, gli Stati Uniti sono la serie B al massimo.” Così lo ha descritto un fornitore di macchine. Nonostante l’annuncio di alcune linee di produzione e progetti di grandi dimensioni, il successo dell’x-lam si fa ancora attendere.

Oltre alle capacità e all’esperienza nella produzione, mancano, negli USA, progettisti e lavoratori specializzati nei cantieri. “Spesso le costruzioni sono realizzate da imprese specializzate nelle costruzioni in acciaio che non hanno il know how e l’esperienza nell’edilizia in legno. Ciò aumenta il rischio di errori”, commenta un produttore europeo. Ciononostante – o forse proprio per questo motivo – produttori e fornitori di macchine europei fanno un impegno per cambiare questa situazione sul mercato statunitense.

Per Univ.-Prof. Dr. Gerhard Schickhofer dell’Università Tecnica di Graz il futuro dell’x-lam è nella prefabbricazione e modularizzazione. “Il prodotto ce lo abbiamo già. Ora va sviluppato un modo di costruire. In stretta collaborazione con tecnici edili e architetti dobbiamo guardare il costruire nel suo intero, allontanarci dai sistemi conosciuti e concentrarci sulle soluzioni adeguate per il legno. Tanti lavori che finora sono stati fatti in cantiere potrebbero essere spostati nel capannone di produzione.” In questo ambito le soluzioni messe in pratica faciliterebbero la diffusione dell’x-lam a livello globale.

Produzione di x-lam AT/DE/CH/CZ/IT 2017/2018 – prodotti incollati
Azienda Sito
 Produzione 2017 (m³)  Produzionen 2018 (progettata; m³) capacità di un turno (m³) Particolarità Incollaggio delle giunture Colla Essenze di superficie
Dimensioni fino a [m]
Agrop Nova Ptení/CZ 7.000 7.000 n.s.

strato di copertura senza giunti; elementi acustici, a nervature, cassette

PUR, MUF abete rosso/bianco, larice siberiano 2,95 x 12
Best Wood Schneider Eberhardzell/DE avvio della produzione 2018       larghi fino 1,25
Binderholz Bausysteme Unternberg/AT, Burgbernheim/DE 170.000 195.000 80.000

formato di sistema BBS 125, formato grande BBS XL

con qualità a vista PUR

abete rosso, larice, cirmolo, abete bianco, antico

1,25 x 24; 3,5 x 22
Eugen Decker Morbach/DE 25.000 25.000 25.000

costruzioni e dimensioni speciali

no PUR abete rosso, Douglas, pino 3,3 x 16
W. u. J. Derix Niederkrüchten/DE 12.500 12.500 15.000

incollaggio quasi senza giunture, lavorazione CNC

incollato al 50 % *** MUF Abete rosso/bianco, larice, pino, Douglas 3,5 x 18
Hasslacher Norica Timber Stall im Mölltal/AT 38.000 55.000 n.s.

X-fix, nobilitazione di sup., sup. Exzellent, dimensioni ordinati = dimensioni messe in conto, tutte le sup. levigate

su richiesta
MUF

abete rosso/bianco, larice, pino, cirmolo, betulla, quercia

3,2 x 20
Kurt Huber Achern/DE 5.000 5.000 7.000 individuale su misura no PUR abete rosso/bianco 3,8 x 19
KLH Massivholz Teufenbach-Katsch/AT 110.000 120.000 n.s. assistenza progetti, JAS, PRG 320, FSC, ISO 50001 su richiesta
PUR tutte le conifere, soprattutto abete rosso 2,95 x 16,5
Lignotrend Weilheim/DE 24.000 26.000 n.s.

elementi x-lam a nervature configurabili (per qualità a vista, resistenza incendi, isolamento acustico)

n.s. PUR

abete rosso, superficie a vista abete bianco ecc.

lunghi fino  a 18
Mayr-Melnhof Holz Gaishorn/AT 70.000 75.000 25.000

pressatura tramite pressa ad alta frequenza o pressa a freddo

no PUR, MUF abete rosso larice 3,5 x 16, 3,0 x 16,5
Merkle Holz Nersingen/DE 1.000 1.000 n.s.

lavorazione e premontaggio possibili

no MUF abete rosso, Douglas, larice 0,72 x 18
Johann Pabst Holzindustrie Zeltweg/AT avvio della produzione 2018; previsto nel 2019: 10.000 m³   MUF abete rosso
1,25 x 17
Rubner Holzbau Brixen/IT 3.800 7.000 10.000 no PU abete rosso/bianco, pino 4 x 17
Schilliger Holz Küssnacht/CH 13.000 13.000 9.000

formati a seconda dell’ordine, strati di copertura con giunture incollate

PUR tutte le conifere
3,4 x 13,7
Pius Schuler Rothenthurm/CH n.s. n.s. n.s.

pioniere dell’x-lam

n.s. n.s. abete rosso/bianco, pino, larice, Douglas 3 x 9
Stora Enso Bad St. Leonhard/AT 72.000 80.000 90.000

qualità a vista, a vista industriale, non a vista; levigato, ermetico a partire da 3 strati, produzione di elementi a nervature

PUR abete rosso/bianco, pino 2,95 x 16; 3,95 x 16 (su richiesta)
Stora Enso Ybbs/AT 78.000 90.000            
Holzbau Unterrainer Ainet/AT 7.000 10.000 5.000

x-lam curvato da 1,2 m di raggio

no PUR abete rosso, larice, cirmolo 2,95 x 13,5
Weinberger Holz Reichenfels/AT 6.500 6.500 n.s.

travi Bockhouse crosslam (travi x-lam)

PUR abete rosso, larice, pino, cirmolo 1,2 x 13,5
XLam Dolomiti Castel Ivano/IT 13.500 15.500 9.000 no PUR abete rosso 3,5 x 13,5
Züblin Timber Aichach/DE 30.000 30.000 n.s.

flessibilità di formato, costruzioni speciali, elementi curvati e con controfreccia

no/su richiesta nello strato di superficie PUR abete rosso, abete nordico, Fineline, legno pregiato 4,8 x 19,8
Totale**   686.300 773.500            
Produzioni di x-lam AT/DE/CH 2017/2018 – prodotti con giunzione meccanica
Azienda e sito 2017 2018 (progettato) Particolarità Giunzione Essenze Dimensioni fino a [m]
Rombach Nur Holz, Oberharmersbach/DE n.s. n.s. viti di faggio n.s. 3,2 x 12
Thoma Holz 100, Lahr/DE, Stadl/AT n.s. n.s. legno lunare, sistema Holz100 tasselli di faggio abete rosso/bianco, pino, larice 3 x 8
GT Systemfertigung, Lavamünd/AT; Sägewerk Meissnitzer, Niedernsill/AT; Abbundzentrum Dahlen, Dahlen/DE; Das Naturholzhaus, Dinkelsbühl/DE; Holz in Form, Rothenkirchen/DE; Holzbau-Binz, Ellwangen-Pfahlheim/DE; Herrmann Massivholzhaus, Geisa an der Rhön/DE; MHM Abbundzentrum, Oelde/DE; Inholz, Mannheim/DE; Holzbau Bendler, Nordrach/DE; Holzbau Koch, Ainring/DE; Veit Fröhler Bau, Hutthurm/DE; Zimmerei Karrer, Woringen/DE; Zimmerei Mayr & Sonntag, Legau/DE; R3 Massivholzhaus, Asch/DE; Zimmerei Thumann, Berg Hausheim/DE; Gauye & Dayer Charpente, Sion/CH; MHM Schweiz/Haudenschild, Niederbipp/CH 44.000 45.000

produzione complessiva dei produttori del sistema “Massiv-Holz-Mauer” nella regione DACH

perni di alluminio n.s. 4 x 6